La Francia si muove verso la regolamentazione delle ICO
Pagina principale Notizie, Francia, Criptovalute, ICO, Regulation
Hot topic
9 Luglio
140 140

Il governo francese fissa i punti preliminari della regulation delle initial coin offering.

Primi passi di Parigi nel territorio della regulation delle criptovalute e in particolare delle initial coin offering (ICO).

In Francia il Tesoro e l’Autorité des Marches Financiers (AMF), stanno elaborando un progetto di legge per la regolamentazione delle ICO. L’AMF farà da ente supervisore e sarà responsabile della compilazione dell’elenco dei soggetti emittenti.

Inoltre ha avviato una consultazione speciale per trovare il modo migliore di regolamentare questo mercato. L’Autorité ha infatti preparato un documento nel quale offriva ai partecipanti al mercato tre diversi modelli possibili di interazione:

  • Le ICO riceveranno raccomandazioni dall’autorità di regolamentazione.
  • Le ICO devono essere trattate come offerte pubbliche di acquisto di titoli.
  • Sarà sviluppato un vero e proprio modello di regolamentazione legislativa ad hoc e le ICO dovranno ricevere l’approvazione di un organismo di vigilanza.

La maggior parte degli 82 partecipanti alla consultazione ha scelto la terza opzione e spera nella formazione di un quadro normativo completo per le ICO in Francia, ma chiedendo allo stesso tempo che il nuovo regolamento sia reso facoltativo.

Spiega Domitille Dessertine, membro del team Fintech, Innovazione e Competitività dell’AMF:

“Per la terza soluzione avevamo due opzioni separate. La prima era rendere obbligatorio questo nuovo regolamento, il che significava che tutti quei nuovi attori che non avrebbero ricevuto un’approvazione non sarebbero stati in grado di operare in Francia. La seconda soluzione consisteva nel renderlo facoltativo, il che significa che tutti i soggetti emittenti che desiderano ottenere un’approvazione potranno farlo a condizione che soddisfino un certo numero di requisiti predefiniti".

Ora il Tesoro e l’AMF si prenderanno il tempo necessario per studiare i risultati della consultazione prima di intraprendere ulteriori azioni. Va detto che il Tesoro francese non crede che il rilascio di una licenza elimini improvvisamente la minaccia rappresentata da frodi e scam.

L’ente pubblico ritiene che le ICO possano essere utilizzate per il riciclaggio di denaro, pur riconoscendo la necessità di creare un quadro normativo.

Il governo di Macron continua così il suo progressivo avvicinamento al mondo crypto e della blockchain. A maggio il ministro delle Finanze francese Bruno Le Maire ha detto di essere diventato un sostenitore del settore dopo un anno di studio sull’argomento, mentre di recente il ministro maltese responsabile per i servizi finanziari, Silvio Schembri ha citato proprio la Francia tra i paesi Ue che guardano con maggiore interesse al quadro giuridico approvato da La Valletta la scorsa settimana.

Leggi anche:

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti