IOTA: “Non abbiamo formalizzato nessuna partnership con Microsoft”
Pagina principale Notizie, Microsoft, Criptovalute
Hot topic
13 dicembre 2017
614 614

IOTA nega di aver stretto un accordo con Microsoft e cede oltre il 6%.

A seguito delle polemiche circa l’esatta natura dell’intesa tra Microsoft e IOTA, annunciata a fine novembre, la IOTA Foundation ha chiarito di non avere formalizzato alcuna partnership strategica con il colosso fondato di Bill Gates. Intervistato da TNW, il co-fondatore di IOTA Dominik Schiener ha dichiarato:

“Non abbiamo mai detto che le aziende che prendono parte al marketplace fossero nostri ‘partner’. Noi li chiamiamo partecipanti”.

E ha aggiunto:

“Siamo in contatto con diverse divisioni di Microsoft (Chicago, Parigi, Monaco). Oggi stiamo organizzando due incontri a Chicago e giovedì a Parigi, ospitati presso gli uffici Microsoft”.

Lo scopo di questi eventi è semplicemente quello di mostrare il potenziale di Tangle e del suo mercato di gestione dati come proof of concept.

Rispetto al tipo di legame che sussiste tra Microsoft e IOTA, un portavoce della società di Redmond ha detto a TNW che “IOTA è un cliente Microsoft Azure e intende usare Azure per impiegare il suo Data​ ​Marketplace”.

Dopo la diffusione della notizia il prezzo del token MIOTA ha iniziato una discesa che l’ha portato a toccare i 4,19 dollari, mentre al momento della scrittura cede il 6,68% del suo valore rispetto alle 24 ore precedenti a 4,33 dollari. Prima di essere smentita, la “partecipazione” aveva contribuito a far crescere la capitalizzazione di IOTA da 2,95 miliardi di dollari a oltre 13 miliardi di dollari, secondo i dati CoinMarketCap.

IOTA: “Non abbiamo formalizzato nessuna partnership con Microsoft”
CoinMarketCap

Corrado Nizza

Leggi anche:

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti