ICO, Viberate raccoglie più di 10 milioni di dollari in meno di cinque minuti
Pagina principale Notizie, Criptovalute, Blockchain, ICO
Hot topic
6 Settembre
3558 3k

La crowdsale di Viberate è stata un successo.

Nonostante le ultime notizie provenienti dalla Cina, che di recente ha vietato le raccolte fondi tramite la vendita di token di criptovalute, le initial coin offering continuano a suscitare molto entusiasmo .

L’ultimo esempio di questo trend è rappresentato dalla startup slovena Viberate, una piattaforma decentralizzata che contiene un database online specializzato nella musica live.

Il progetto ha raggiunto l’obiettivo della sua crowdsale in soli 4 minuti e 42 secondi con la vendita di 120 milioni di token detti Vibe, corrispondenti a circa 10,7 milioni di dollari.

Il CEO di Viberate, Matej Gregorčič, ha dichiarato: “Adesso abbiamo un’altra conferma che siamo sulla strada giusta. Ad ogni modo, questo è solo un altro traguardo raggiunto”.

I token saranno inviati immediatamente agli investitori e saranno disponibili dopo il 5 ottobre, la data ufficiale della fine dell’ICO, e i Vibe potranno cominciare a essere scambiati. Il primo exchange a listarli sarà LiveCoin.net.

“Le persone hanno visto che Viberate ha già valore e che c’è una comunità che ci supporta. Deve essere incoraggiante vedere qualcosa del genere nel mondo delle ICO”, ha detto Gregorčič.

Viberate si posiziona come un “agente digitale”, il cui scopo è creare una piattaforma di pagamento basata sulla tecnologia blockchain e pensata appositamente per l’industria musicale, in particolare il segmento dei concerti dal vivo.

Nel suo white paper la società promette di ospitare oltre 120.000 profili di artisti e di mettere in contatto organizzatori di eventi, locali e musicisti.

Come scegliere una ICO: istruzioni per investitori
Leggi anche:

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti