Trump torna ad attaccare l’export della Germania
Pagina principale Notizie, USA, Unione Europea, Donald Trump

Monta la polemica su delle frasi pubblicate dal giornale tedesco Der Spiegel.

Secondo il quotidiano tedesco Der Spiegel, durante la riunione con i leader europei ieri a Bruxelles, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è scagliato contro la Germania e le sue vendite di auto in America. Dalle indiscrezioni Trump avrebbe detto “the Germans are bad, very bad”, per poi aggiungere: “Guarda i milioni di auto che vendono negli Usa. Terribile. Li fermeremo”.

In Germania è montata la polemica sull’accezione del termine “bad”, mentre il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha sminuito la questione come un fraintendimento dovuto a un problema di traduzione: “Trump non ha voluto dire che i tedeschi sono cattivi, ma che con la Germania e con i tedeschi ci sono dei problemi”.

Né la Casa Bianca o la cancelliera Angela Merkel, anche lei presente oggi come Trump al G7 in Sicilia, hanno voluto commentare la notizia.

Juncker ha poi sottolineato ai giornalisti presenti a Taormina:

“Abbiamo avuto un incontro molto amichevole e costruttivo con il presidente Trump. Non è vero che ha un approccio molto aggressivo sul surplus commerciale. Ho chiarito al presidente Trump che non può raffrontare la posizione commerciale degli Usa con quella di un singolo Paese ma piuttosto con quella complessiva dell’Europa”.

A marzo Trump aveva promesso di applicare dei dazi del 35% sulle auto tedesche, mentre il ministro dell’Economia tedesco aveva minacciato di citarlo in giudizio davanti l’Organizzazione Mondiale del Commercio.

Intervistato da Bild, Trump aveva dichiarato:

“Se volete costruire macchine in giro per il mondo, allora vi faccio i migliori auguri. Potete costruire auto per gli Stati Uniti, ma per ogni macchina che arriverà negli USA, voi pagherete una tassa del 35%”.

Leggi anche:

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti