Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni
Pagina principale Tecnologie, Elon Musk, Tesla

Tesla si sta preparando a lanciare un grande aggiornamento per le sue automobili.

La casa automobilistica ha annunciato ad ottobre che le sue vetture Model S e Model X saranno a breve disponibili con un nuovo hardware che amplificherà le capacità attuali del pilota automatico e imposteranno le basi per una Tesla completamente a guida autonoma in seguito.

Le automobili Tesla sono progredite molto soltanto nell'ultimo anno. Diamo uno sguardo indietro nel passato per vedere fin dove la società è arrivata e soprattutto da dove è partita..

Tesla ha raccolto un sacco di attenzione nel 2008 quando ha prodotto la sua prima auto elettrica, la selvaggia e sexy Tesla Roadster.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

La Roadster Sport vantava un'autonomia di 400 km e un accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,7 secondi. Il suo prezzo di base nel 2008 era di 98.000 $, secondo Car and Driver. Tesla ha venduto più di 2.400 Roadster in 30 paesi, scrive la società sulla sua pagina web.

Nel 2012, Tesla ha prodotto la Model S, ovvero la prima berlina elettrica di lusso sul mercato.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

Nel 2012, Tesla ha prodotto la Model S, ovvero la prima berlina elettrica di lusso sul mercato. La vettura può accelerare da 0 a 100 km/h in 5 secondi e vantava un'autonomia di 425 km per carica. È stata eletta Car of the Year da Motor Trend’s 2013. Ma la macchina era costosa, ben 106.900 $ prima delle esenzioni fiscali federali.

Alla fine del 2014, Tesla ha rilasciato una nuova versione della Model S, con un doppio motore a trazione integrale, la prima auto con doppio motore elettrico al mondo.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

E' stata anche la prima volta che Tesla istallò una serie di autopilota standard su ogni macchina. La vettura era disponibile in tre versioni: 60D, 85D e P85D. Sopra si vede il P85D.

La P85D poteva raggiungere una velocità massima di 250 km/h e aveva un'accelerazione da 100 km/h in 3,2 secondi, superando persino la supercar McLaren F1, ha scritto allora Tesla sul suo blog.

La P85D aveva un'autonomia di circa 460 km e costava 71.200 $, secondo Car and Driver. Ma la produzione di questo modello è stata interrotta nel mese di febbraio.

Tesla ha poi offerto tre nuove versioni della Model S nei primi mesi del 2015, la 70D, la 90D, e la P90D.

Quest'ultima può accelerare da 0 a 100 km/h in soli 2,8 secondi mentre la si guida in modalità Ludicrous. Quando è uscita per la prima volta, questa nuova funzione Ludicrous ha riscosso un enorme successo. Questa vettura ha un'autonomia di 400 km e può raggiungere una velocità massima di 250 km/h.

La Model S ha un prezzo base di circa 66.000 $.

Poi nel settembre del 2015 Tesla ha introdotto la Model X, con le sue eleganti portiere - ali di falco.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

Come la Model S, la Model X è disponibile in tre diverse versioni e ha un prezzo a partire da 74.000 $. La versione con le più alte prestazioni al momento è la P90D, che ha un'autonomia di 400 km. Può raggiungere i 100 km/h in 3,2 secondi in modalità Ludicrous e ha una velocità massima di 250 km/h.

Ma la Model X era un po' un incubo per la produzione e ha subito diversi ritardi nella consegna.

Tesla ha poi presentato la sua prima berlina nel mese di marzo di quest'anno, la Model 3, che ha ottenuto quasi 400.000 pre-ordini.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

La Model 3 ha un prezzo base di 35.000 $ senza le esenzioni fiscali federali, il che la rende una grande concorrente nel mercato. Può accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 6 secondi e ha un'autonomia di 350 km, ha detto Musk.

Il CEO di Tesla Elon Musk ha detto che queste sono le specifiche di base che Tesla spera di superare con il tempo tra la fine del 2017 l'inizio del 2018. Le Model 3 sono tutte esaurite per un anno intero.

La Model S e la Model X recentemente hanno ottenuto un importante aggiornamento della batteria per estendere la propria autonomia.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

Inoltre nel mese di agosto Musk ha annunciato un nuovo aggiornamento della batteria di 100 kilowatt/ora per le vetture Model S e Model X che hanno la modalità Ludicrous.

La nuova opzione della batteria amplia l'autonomia della Model S a 500 km per carica, il che la rende la prima auto elettrica sul mercato a superare i 400 km per carica. La nuova opzione della batteria estende anche la durata della Model X con la modalità Ludicrous a 465 km/h.

L'aggiornamento consente inoltre alla Model S P100D Ludicrous di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 2,5 secondi, rendendola la terza più veloce vettura di serie al mondo. La batteria più grande rende anche la Model X il SUV più veloce al mondo, con una capacità di accelerare di 100 km/h in 2,9 secondi.

Ma l'aggiornamento non è a buon mercato, infatti chi già possiede la macchina può aggiornarla pagando 20.000 $.

Il pilota automatico ha avuto una bell'annata. Nel mese di gennaio, Tesla ha presentato il suo aggiornamento 7.1 del software - dando nuove diverse caratteristiche di guida semi-autonoma alla Model S e alla Model X.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

La sicurezza offerta dall'aggiornamento del software presenta caratteristiche come la frenata automatica, il cambio di corsia, e gli avvertimenti di un punto cieco. Inoltre le vetture possono anche auto-sterzare senza un centro divisorio, parcheggiare da solo, e gestire la velocità in base al traffico grazie ad alcuni speciali sensori.

Forse la più bella caratteristica del nuovo aggiornamento è la possibilità per i conducenti di poter controllare le proprie auto con il clic di un pulsante; al momento della sua uscita, l'opzione del pilota automatico costava un extra di 2.500 $.

L'autopilota nel mese di settembre ha poi ottenuto un importante aggiornamento, la Versione 8.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

L'aggiornamento del software ha aumentato l'efficienza dei sensori radar sulle vetture, permettendo loro di giocare un ruolo maggiore nel determinare se un oggetto è un pericolo oppure no.

Musk si è spinto fino a dire che l'aggiornamento ha reso le vetture Tesla molto più sicure, tanto che il fatale incidente con l'autopilota di maggio si sarebbe potuto evitare. L'aggiornamento ha aumentato il prezzo del pilota automatico a 3.000 $, ovvero un aumento di 500 $ rispetto al costo iniziale.

Ma Musk ha portato il pilota automatico ad un livello completamente nuovo quando ha annunciato che i nuovi veicoli attualmente in produzione, compresi la Model X, la Model S, e la futura Model 3, erano in costruzione con all'interno il nuovo hardware per aumentare le capacità del pilota automatico.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

Tesla ha sostituito il nome Autopilota con Enhanced Autopilot, ovvero "Autopilota avanzato” in seguito ai nuovi miglioramenti.

Il sistema Autopilota avanzato permette alla vettura di adattare la velocità alle condizioni del traffico, la vettura automaticamente cambia corsia senza i comandi del conducente, si ferma e si spegne autonomamente se necessario, e parcheggia da sola. Può anche effettuare manovre complesse intorno agli oggetti in un ambiente più complesso.

Musk inizialmente ha detto che il nuovo sistema avrebbe portato ulteriori aggiornamenti over-the-air nel mese di dicembre, in attesa di approvazione regolamentare. Più di recente, il CEO di Tesla ha scritto su Twitter che stava lavorando sette giorni su sette alla settimana per completare i test e che era "sempre più vicino" a convalidare il nuovo sistema.

Il sistema con Autopilota avanzato costa 5.000 $.

Musk ha detto che il nuovo hardware consentirà una guida completamente autonoma, in attesa di approvazione normativa e validazione del software.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

Entro la fine del 2017 un veicolo Tesla guiderà in modo completamente autonomo da Los Angeles a New York per dimostrare la nuova tecnologia.

Tesla sta progettando di costruire tre nuovi veicoli in seguito.

Dai test al successo: la storia di Tesla in 8 anni

Musk ha annunciato nel suo "Master Plan, Part Deux" che Tesla costruirà un camion semi -elettrico e un bus elettrico a guida autonoma. Ha anche detto che Tesla costruirà un SUV elettrico come prossimo veicolo, richiamando lo stile della Model 3.

Si vocifera che il SUV elettrico sarà chiamato Model Y.

Leggi anche:

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti