Come vivono i miner cinesi di bitcoin?
Pagina principale Stile di vita, Criptovalute, Mining, Investimenti nelle criptovalute, Bitcoin
Tema caldo
23 Luglio
17083 17k

La China Central Television ha realizzato un documentario sulle miniere di bitcoin.

L’11 luglio, il canale economico della China Central Television (CCTV-2) ha trasmesso un documentario sulle operazioni di estrazione di bitcoin che avvengono nella provincia di Kangding, nella regione sud-ovest del paese. Il giornalista del canale guida fino a una zona montuosa desolata del Sichuan per visitare un centro dati di mining su tre livelli. Ogni piano è pieno di piattaforme per il mining, situate su scaffali di metallo e circondate da enormi ventilatori.

Inoltre la CCTV ha intervistato Wang, il ventenne proprietario del centro dati che gestisce cinque siti di mining nella zona. Secondo la traduzione di una pubblicazione locale, la 8btc, Wang dichiara di gestire un centro dati di medie dimensioni che può continuare a crescere. Il giovane sostiene che le operazioni fruttino 16 bitcoin (30.000 dollari) al giorno.

Come vivono i miner cinesi di bitcoin?
Wang Rui Chi, amministratore della miniera Kangding, Ryan Hu, uomo d’affari di Melbourne e l’investitore Boris Chen

“Siamo uno stabilimento di medie dimensioni, con 5000 minatori di bitcoin”, spiega Wang. “Abbiamo ancora spazio per altre 5000 macchine per il minig di bitcoin”.

Wang e Xu, il responsabile operativo del centro dati, sostengono che molte persone stiano scegliendo di mettere su dei siti di mining nello Xinjiang, nel Sichuan, nello Yunnan e nella Mongolia Interna. Il motivo risiede nell’elettricità più economica proveniente dalle centrali idroelettriche situate tra le montagne. Wang spiega che in Cina, generalmente, l’elettricità costi 0,7 yuan per kilowatt ma che, collaborando con le centrali idroelettriche vicine, le strutture di mining paghino 0,3 yuan per kilowatt (circa 0,045 dollari al momento della stesura di questo articolo).

“[L’elettricità] viene trasmessa direttamente dalle centrali idroelettriche vicine”, dichiara Wang al giornalista della CCTV. “È principalmente per questo motivo che abbiamo istituito il sito in questa zona. L’estrazione di bitcoin richiede il consumo di elettricità e il 50% dei nostri profitti va a finire nella bolletta della luce”.

Il prezzo è il risultato della nostra negoziazione con la centrale idroelettrica. In poche parole, abbiamo un accordo e diamo loro parte dei nostri profitti. Loro ci forniscono l’elettricità, noi forniamo le macchine e ne condividiamo i profitti. È vantaggioso per entrambi.

Dentro una miniera di Bitcoin

“Perché dovremmo pagare delle tasse per giocare?”

Secondo la trasmissione della CCTV, un dirigente della Sichuan Electric Power Company sostiene che questi siti di mining non dovrebbero associarsi con le centrali idroelettriche. Dichiara inoltre che i siti siano stati sottoposti ad ispezioni, ma che dai controlli del governo locale non sia emerso nulla. Oltretutto, Wang afferma di non pagare tasse per i suoi guadagni in bitcoin.

“Perché dovrei? Stiamo estraendo bitcoin, è tutta una questione di potenza di calcolo. È come giocare. Perché dovremmo pagare delle tasse per giocare?”.

Il dormitorio di un minatore di bitcoin del Sichuan

Anche un servizio del fotografo cinese Liu Xingzhe riguarda l’affascinante mondo delle miniere di bitcoin cinesi. Le fotografie di Liu mostrano i lavoratori nei centri dati di un’altra zona situata nella provincia del Sichuan, mentre vivono in dormitori e si prendono cura delle macchine per settimane intere. Molti dei lavoratori si spostano da altre città o fanno l’autostop per recarsi nelle remote regioni montuose per ottenere uno stipendio migliore rispetto alla maggior parte dei posti di lavoro locali.

Come vivono i miner cinesi di bitcoin?
Liu Xingzhe, proprietario di una mineria di bitcoin nella provincia di Sichuan.

I minatori della fattoria di Lui lavorano tutte le ore del giorno e della sera, riassemblando le tavole di calcolo e riparando i malfunzionamenti delle macchine nel cuore della notte. Lui ha riferito alla pubblicazione di avere trasferito le sue operazioni di estrazione dall’Henan al Sichuan per potere approfittare dell’elettricità più economica della regione. Inoltre, Lui spiega di gestire circa 7.000 piattaforme di estrazione per i clienti situati in Cina.

Come vivono i miner cinesi di bitcoin?
Liu parla con dei clienti del suo data center.
Come vivono i miner cinesi di bitcoin?
Camera da letto di alcuni miner

Uno dei lavoratori nelle miniere di bitcoin spiega che la città più vicina si trovi a circa 30 km di distanza e che vicino alle strutture non ci sia nessun posto in cui potere spendere soldi.

“La cosa positiva è che non ci sono posti in cui spendere soldi, quindi si risparmia interamente il proprio stipendio”, ha dichiarato un minatore al fotografo Liu Χingzhe.

Come minare bitcoin
Leggi anche:

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti