Le 13 spese più folli dei miliardari
Pagina principale Stile di vita

I miliardari sono proprio come noi. Più o meno. Sia che si tratti di uno yatch, di un’auto di lusso o di una collezione d’arte all’avanguardia, le persone più ricche del mondo sono disposte a sborsare un bel po’ di soldi per le cose che amano. In questa lista abbiamo raccolto alcuni dei giocattoli più curiosi dei miliardari.

Lo squalo di 3 metri di Steve Cohen

Le 13 spese più folli dei miliardari
Damien Hirst posa accanto alla sua opera

Il miliardario dei fondi hedge Steve Cohen possiede una collezione d’arte che è stata valutata 1 miliardo di dollari. Nel 2004, ha pagato tra gli 8 e i 12 milioni di dollari per uno squalo che è stato sospeso nella formaldeide – un pezzo chiamato "The physical impossibility of death in the mind of someone living", opera dell’artista britannico Damien Hirst. In seguito, ha pagato Hirst per una sostituzione, dopo che lo squalo (che un tempo era vivo) aveva iniziato a deteriorarsi.

Il sottomarino spionistico di Elon Musk

Nel 2013, l’AD di Tesla Elon Musk ha pagato 866.000 dollari ad un’asta per il sottomarino Lotus Esprit, che era apparso nel film di James Bond del 1977 “La spia che mi amava”. Ha dichiarato di voler provare a “trasformarlo in realtà”.

La macchina per lo sci virtuale di Mikhail Prokhorov

L’imprenditore miliardario russo Mikhail Prokhorov possiede molti bei gingilli (compresa la squadra sportiva che ha acquistato per 200 milioni di dollari). Ma ha anche alcuni oggetti unici, tra cui una macchina per lo sci virtuale. Prokhorow è un noto temerario; una volta si è ripreso mentre faceva acrobazie su una moto d’acqua e ha fatto adattare la musica al filmato da una società di produzione.

Lo yatch di Paul Allen

“Octopus”, lo yatch da 126 metri del miliardario di Microsoft Paul Allen, è uno dei più grandi del mondo e vanta di due elicotteri, un sottomarino e abbastanza spazio per organizzare feste lussuose per celebrità. Possiede anche uno yatch più piccolo, chiamato “Tatoosh”.

La collezione di aerei di Paul Allen

Allen possiede inoltre una collezione di antichi aerei da guerra che sembrerebbe valere milioni di dollari. Conserva i suoi aerei in un museo dal nome Flying Heritage Collection, situato in un hangar ad Everett, nello Stato di Washington.

Della sua collezione fa parte il MiG-29 Fulcrum, che era stato creato negli anni ’70 dal design bureau della Mikoyan, appartenente all’Unione sovietica, per contrapporsi ai piloti di caccia americani.

Il cimelio di “Quarto potere”, di Steven Spielberg

Sebbene abbia probabilmente l’imbarazzo della scelta per quel che riguarda gli accessori di scena dei suoi stessi kolossal, si dice che, durante un’asta del 1982 presso Sotheby, Steven Spielberg avrebbe pagato 60.000 dollari per “Rosebud”, la slitta del film di Orson Welles “Quarto potere”, risalente al 1941.

Il diario di Leonardo da Vinci di Bill Gates

Tra le molte stanze della villa di Gates, vi è un’enorme libreria a cupola piena di libri. Gates è un avido lettore e avrebbe assunto un commerciante di libri rari per rifornire la sua libreria. Tra i suoi possedimenti c’è anche il “Codice Leicester” di Leonardo da Vinci, un manoscritto del XV secolo che Gates ha acquistato durante un’asta del 1994 per 30,8 milioni di dollari. Delle 30 pubblicazioni scientifiche di Leonardo da Vinci arrivate fino ai giorni nostri, il Codice Leicester è la più famosa.

Il sottomarino di Richard Branson

Il miliardario del Virgin Group Richard Branson possiede nei Caraibi una residenza da 30 ettari chiamata Necker Island, in cui il suo resort di lusso può ospitare fino a 30 persone. Quando gli ospiti si stancano di rilassarsi in piscina o sulla spiaggia, possono farsi un giro sullo yatch di Branson, il Necker Belle, oppure esplorare il mare a bordo del suo sottomarino, il Necker Nymph.

L’isola hawaiana di Larry Ellison

L’AD di Oracle Larry Ellison è senza dubbio il re dei gingilli stravaganti, con un enorme portafoglio immobiliare e una collezione di auto da corsa e aerei militari a suo nome. Nel 2012, ha pagato più di 300 milioni di dollari per il 98% dell’isola di Lanai, che ha intenzione di trasformare in un modello di vita sostenibile.

Lo yatch di Larry Ellison

Ellison possiede inoltre uno yatch da 87 metri chiamato “Musashi”, in onore di un importante guerriero giapponese del XVI secolo. Le attrattive dell’imbarcazione comprendono due camere padronali e un canestro da basket.

Lo yatch di Mark Cuban

“Fountainhead”, lo yatch da 87 metri dell’investitore miliardario Mark Cuban, è la nave gemella della “Musashi” di Ellison. Le due imbarcazioni sembrano quasi identiche dall’esterno, sebbene Cuban avrebbe optato per degli interni più d’antiquariato.

Gli aerei di Mark Cuban

Cuban possiede inoltre tre jet privati: un Gulfstream V, un Boeing 757 e un Boeing 767. Nel 1999, dopo avere comprato online il Gulfstream, il libro dei Guinness dei primati ha dichiarato l’acquisto da 40 milioni di dollari come la vendita tramite commercio elettronico più grande di sempre.

“Significa avere più ore al giorno da trascorrere con la mia famiglia”, aveva spiegato al Wall Street Journal nel 2010. “Significa potere portare a termine più lavoro. Significa viaggiare comodamente con la mia famiglia. È una grande occasione e una svolta per la vita”.

Lo yatch di Eric Schmidt

Il presidente di Google Eric Schmidt possiede uno yatch da 60 metri chiamato “Oasis”, che noleggia per 400.000 dollari alla settimana. Lo yatch presenta molte attrattive, tra cui una piscina, moto d’acqua e una palestra che può essere trasformata in discoteca.

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti