10 modi per piacere alla gente in 5 secondi
Pagina principale Stile di vita, Crescita personale

James Altucher, scrittore ed ex gestore di fondi hedge, ci da 10 consigli per conquistare le persone in soli 5 secondi.

Ho dovuto avere a che fare con più di 100 prostitute per farmi apprezzare in cinque secondi o meno.

Non l’ho fatto perché volevo andare a letto con loro. L’ho fatto perché era il mio lavoro.

Per circa 2 anni e mezzo ho avuto un lavoro che ho creato per me stesso. Dovevo intervistare le persone alle tre del mattino di mercoledì e scoprire cosa stavano per fare.

Se qualcuno è fuori alle tre del mattino di mercoledì, di solito c’è un motivo. E di solito non è un bel motivo.

Perché le tre del mattino? Perché una volta una mia fidanzata mi ha buttato fuori di casa a quell’ora. “Qualsiasi ragazzo sarebbe migliore di te!”.

Me ne sono andato. E mentre camminavo fuori ero sorpreso di come fossero dinamiche ed emozionanti le tre del mattino.

Volevo scoprire cosa stesse accadendo. Volevo parlare con tutte le persone interessanti.

Ma ero troppo timido. Non ci riuscivo. Riuscivo soltanto ad osservare. Quindi ne ho fatto il mio lavoro.

Ero un programmatore di computer per la HBO. Ho proposto loro: “così come fate una programmazione originale per la tv, dovreste farla anche per il web”.

Ho proposto la web-serie “III:am”, che riguardava ciò che succede alle tre del mattino.

In tre anni ho intervistato probabilmente più di 1.500 persone.

Ogni settimana sceglievo le quattro migliori interviste e le mettevo nel “world wide web”.

Una cosa era sempre vera: NESSUNO voleva parlare ad uno sconosciuto qualunque come me alle tre del mattino.

Ed ero timido e spaventato ogni volta che iniziavo.

Ecco cosa facevo:

1. Porre delle domande

Le persone sono costipate da tutto quello che succede nella loro vita.

Sono sollevate di liberarsene. Chiedete loro. “Perché stai piangendo?” oppure (a un narcotrafficante) “Cosa comprano le persone stanotte?”.

Siate specifici. Nessuno vuole un “Com’è il tempo?”.

Tutti vogliono vomitare le proprie vicende se ponete loro la domanda giusta.

2. Sorridere

Quando conosco qualcuno, la prima cosa che mi chiedo NON è se questa persona mi piace o meno, ma se io piaccio o meno a lei.

Sorridere è il modo migliore per far sapere loro che li apprezzate. E siate autentici a questo proposito. I sorrisi falsi sono inquietanti.

3. Ascoltate

Se qualcuno dice: “Non ho sempre fatto uso di crack. Ma adesso sto soltanto cercando un posto in cui vivere”, chiedetegli quando ha iniziato a fare uso di crack.

Perché gli piace? Ha intenzione di smettere? Dove dorme di solito e come mai non può ritornarci?

Ogni volta che qualcuno dice qualcosa, è come un mantello che nasconde un segreto prezioso. Scavate finché non trovate quel segreto, perché è quello ad essere prezioso.

4. Spegnere il cervello

Il vostro cervello non vuole parlare con degli estranei. Vuole comfort. Vuole che siate al sicuro.

Abbiamo gli stessi geni che possedevamo 40.000 anni fa. Parlare con qualcuno al di fuori della vostra tribù avrebbe potuto uccidervi.

Di conseguenza, il vostro cervello inizierà ad urlarvi contro, a bloccarvi e a causarvi vero dolore fisico se vorrete parlare a qualcuno di nuovo.

La curiosità in qualche modo riesce ad aggirare il cervello. Quindi, ad esempio, se vedo due persone discutere, mi concentro sulla curiosità piuttosto che sul dolore che mi TRAFIGGE mentre inizio ad avvicinarmi a loro.

5. Vestire bene

A volte mi siedo sul marciapiede vicino a dove abito e chiedo soldi alle persone mentre mi passano davanti. Non voglio che i miei figli lo sappiano.

Il 99% delle persone mi ignora e passa oltre. Lo faccio per esercitarmi nel parlare durante le situazioni di disagio.

Non dovrei farlo. Ci sono escrementi e piscio sul marciapiede quando mi ci siedo. Ma se starete in piedi, vi vestirete bene e sorriderete, le persone almeno si fermeranno.

Si chiederanno se sarete un’opportunità per loro. Siatelo.

Una guida allo stile maschile per il 2017

6. Ricordare che tutti hanno passato dei brutti momenti

L’altro giorno ho visto un programma di interviste. Una famosa giornalista intervistava alcune persone per strada.

A volte guardava la telecamera e faceva una smorfia perché disprezzava la persona da lei intervistata. Penso che si sia comportata male.

Dal momento in cui i nostri piedi lasciano l’utero materno fino al giorno in cui moriamo, la vita è una battaglia.

Rispettate le battaglie degli altri. Rispettate il fatto che tutti vivano dei tempi duri o ancora più duri rispetto a quelli che vivete voi.

Non fingete compassione o franchezza. Le persone riescono a percepirlo.

7. Entrare in empatia

Una volta ho intervistato un travestito che si prostituiva. Mi ha detto che i suoi genitori erano in prigione sin dalla sua infanzia.

Si era cacciata nei guai da giovane ed era stata violentata in ogni centro di detenzione giovanile in cui era stata mandata fino a quando non si era ritrovata talmente confusa sulla sua sessualità da non sapere se fosse un uomo o una donna.

E adesso che era qualcosa a metà strada aveva paura di girare durante il giorno e di ritrovarsi addosso gli sguardi delle persone.

Non avevo modo di relazionarmi con lei. La mia vita sembrava stupida. Ma penso di essermi sentito come se fossi stato spesso un osservatore esterno. Quindi le ho chiesto di questo.

Lei ha iniziato a parlare e a parlare. Finalmente qualcuno con cui farlo.

8. Interrompere

Faccio un podcast. Ho intervistato centinaia di persone. Ma l’ora che trascorro insieme a quella persona è l’unico momento in cui le parlerò MAI.

Spesso queste persone hanno delle risposte conservate. E voi DOVETE interromperle.

Lo dico loro in anticipo “Ti chiedo scusa, ma se divento eccessivamente curioso a proposito di qualcosa che stai dicendo, va bene per te se ti interrompo?”.

La gente risponde sempre di sì. Quando Tony Robbins ha detto: “Poi mi ha chiamato Bill Clinton e…”.

“Aspetta un secondo! Perché Bill Clinton ha chiamato te?”.

Non avrò mai un’altra possibilità di chiederglielo. Quindi interrompete e fate delle domande quando la curiosità vi preme.

Le persone mi scrivono e mi dicono: “Lascia che i tuoi ospiti finiscano di parlare!”.

No! Devo interrompere. Sono stupido e se non comprendo ADESSO non avrò più la possibilità di farlo.

Oh e potete iscrivervi al mio podcast, così da non perdervi alcun episodio.

9. Fare ridere le altre persone

Ho fatto molte conversazioni. Voglio piacere alla gente del pubblico. Ero anche solito andare a molti appuntamenti. Volevo piacere alle mie ragazze. Oppure, se sto vendendo qualcosa, voglio piacere al mio potenziale cliente.

Si può dire che tutte le situazioni di sopra si riassumano in “me che mi vendo ad un cliente”.

Ecco cosa faccio ogni volta: guardo sit-com per diverse ore in via preliminare.

Sembra stupido ma funziona. Tutti possediamo dei neuroni a specchio. Ciò significa che possiamo imparare osservando.

Se non sono mai salito prima su una scala ma vedo qualcuno farlo, adesso posso salire su una scala.

Se guardo una sit-com non divento un attore di sit-com, ma posso parlare meglio, essere un po’ più divertente, fare più cose con la mia voce e la mia faccia ed essere più a mio agio.

Funziona ogni volta ed è il mio più grande appiglio.

Qualcuno una volta mi ha detto: “Non è così che funzionano i neuroni a specchio”.

Zitto.

10. Essere me stesso

Questo sembra un luogo comune. Non perché sia semplice, ma perché sia più facile a dirsi che a farsi.

Come faccio ad essere me stesso? Non lo so. Non sono una persona dotata di molta autoconsapevolezza.

Penso di essere sempre la persona più stupida della stanza. Qualcosa che rende più semplice l’essere me stesso.

Siamo tutti insieme in questo viaggio. Ed è davvero un piacere trovare qualcuno, anche soltanto per un minuto, da potere baciare e a cui stringere la mano.

Leggi anche:

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti