telegramyoutube
5 trucchi per negoziare il proprio stipendio
Pagina principale Stile di vita, Crescita personale , Finanza personale

Questo processo in cinque fasi può aiutare a negoziare un'offerta di lavoro. Tutto ciò che serve è un po' di preparazione, un po' di fiducia, e la comprensione che il lavoro è un processo di dare e ricevere, in modo da rendere entrambe le parti felici.

1. Fare ricerca

La ricerca sullo stipendio può essere utilizzata come leva nella negoziazione. Devono essere utilizzati dei dati credibili e realistici per eseguire il backup della proposta sul valore, dal momento che il vostro futuro datore di lavoro si aspetta di sapere quali siano le vostre abilità e talenti adatti al libero mercato.

Se siete uno di quei Millennials con un nuovo titolo fresco come "hacker di crescita" o "direttore della felicità" e i dati scarseggiano, potreste dire a voi stessi: 'Non ci sono dati per eseguire il backup del mio ruolo. È troppo nuovo'.

25 cose da non dire mai a un colloquio di lavoro

Se questo è il vostro caso, non preoccupatevi. È possibile negoziare invece in base a come si risponde a questa domanda:

  1. Qual è il mio valore?
  2. Quale ritorno sugli investimenti porterò alla società?

È un po' più difficile negoziare qui, in quanto richiede fiducia e trasparenza con il tuo potenziale datore di lavoro, ma si può fare. Se si tratta di un avvio di fase iniziale, molto probabilmente non saranno in grado di pagarvi un sacco. Ma, quando l'impresa cresce, e inizia ad avere più successo, si spera che potrà.

Si dovrebbe siglare un accordo che rifletta questo aspetto. Rimandare l'aumento dello stipendio non è nulla di nuovo. Dato il rischio che vi starete assumendo, e il basso stipendio iniziale, si può essere in grado di negoziare per l'equità della società. Ricordate, tutto è basato sul valore che state portando e tutto è negoziabile.

2. Decidere il salario minimo che si è disposti ad accettare

La vostra ricerca definirà la fascia di reddito, e dirà anche il salario minimo che siete disposti ad accettare. Questo sarà conosciuto come il "punto di walk-away."

Il vostro punto di walk-away ancora le vostre aspettative durante il processo di negoziazione. E, qualora il preventivo del datore di lavoro sia una somma inferiore a quello, il vostro compito è quello di vedere se sarà possibile sollevarlo. Se non si può, dovete dire no a quel lavoro, semplice! I datori di lavoro hanno una tattica per capire quale sia il salario più basso che possono offrire chiedendovi che cosa avete fatto in precedenza. La logica è che ciò che qualcuno che ha pagato prima per le vostre abilità è ciò che si accetta ora. (Di solito è il 10-20% di quello che si è fatto in precedenza.)

La maggior parte delle persone credono di avere due opzioni quando si tratta di rispondere a questa domanda in un colloquio di lavoro:

Opzione 1: "Ho bisogno di dare questa informazione, perché non voglio svantaggiare me stesso e non ottenere il lavoro. E potrebbero anche pensare che io stia nascondendo qualcosa".

In realtà, non vi è alcun obbligo di dare tali informazioni. È la vostra storia finanziaria personale e deve rimanere tale. Anche se ci sono alcune eccezioni, come quando ad esempio siete in una commissione, nel momento in cui si danno queste informazioni si riduce significativamente la resa di negoziazione.

Opzione 2: "Dovrei mentire e dire che ho fatto molto di più di quanto ho effettivamente fatto, tanto come faranno a scoprire che non ho detto la verità?"

Ma questo non solo è che non etico, ma può anche essere illegale e motivo di licenziamento da parte della società, se un giorno verrà mai scoperto. Vuoi davvero iniziare un rapporto di lavoro con una bugia? Non ne vale la pena.

Come ottenere il salario desiderato

Invece di usare entrambe le opzioni, riformulate la domanda di nuovo:

"Non mi sento a mio agio nel dare questo tipo di informazioni. Posso dire che ho ricevuto stipendi compresi tra 50.000 euro - 60.000 euro l'anno, e credo che questo sia il valore che porterò alla società. Mi sembra che questa opzione sia particolarmente adatta per tutti e due. Se siete d'accordo con me, mi piacerebbe continuare la conversazione e potremo negoziare i particolari della trattativa quando sarà il momento. Cosa ne pensate?"

In sostanza stai posticipando la questione della compensazione salariale in seguito. Dopo aver ricevuto un'offerta di lavoro, e non c'è dubbio che si vuole andare avanti, e il datore di lavoro avrà tutto l'interesse ad impegnarsi in una conversazione significativa per quanto riguarda i vostri requisiti di stipendio e benefici.

3. Conoscere le persone con le quali si negozierà

Una delle prime cose che dico ai clienti è che sono le persone a fare le offerte, e non le aziende. La persona con la quale stai negoziando, così come le persone con le quali negozierai in tutto il processo del colloquio di lavoro, in ultima analisi, sono coloro che diranno sì o no ad un accordo.

Prendiamo per esempio l'acquisto da parte della Disney della Lucasfilm e il dietro le quinte dei negoziati che hanno permesso all'accordo da 4,05 miliardi di dollari di andare avanti: "Secondo quanto riferito dal presidente di Walt Disney Robert Iger, un famoso negoziatore di Hollywood, lui, e Lucas hanno condotto i negoziati personalmente, cominciando già all'inizio del 2011. Parlando della decisione di Lucas di consegnare la sua eredità creativa alla Disney, Iger ha detto al New York Times, 'C'era un sacco di fiducia lì'."

Questo processo di instaurazione della fiducia ha richiesto circa un anno e mezzo. Per Iger e Lucas per siglare quell'accordo da miliardi di dollari, la dimensione umana e il creare fiducia e sicurezza nel rapporto sono stati quei requisiti che, in ultima analisi, hanno contribuito a sigillare l'affare. Ma questo che cosa ha a che fare con la vostra trattativa per lo stipendio?

Sia che tu stia negoziando con un rappresentante delle risorse umane, sia con il prossimo capo, o con un dirigente della società, bisogna cercare di capire i loro vincoli e interessi all'interno della trattativa e costruire la fiducia lungo la strada.

Alcune cose da tenere a mente:

  • Il responsabile delle risorse umane potrebbe non avere più di tanta libertà in termini di stipendio da offrire, ma potrebbe essere flessibile, dando benefici e vantaggi per addolcire l'affare.
  • Il tuo potenziale capo potrebbe non gradire che tu faccia il pedante su ogni dettaglio dell'offerta di lavoro, ma potrebbe essere flessibile su stipendio o altri vantaggi.
14 cose da fare durante la prima settimana al tuo nuovo posto di lavoro

Un dirigente potrebbe offrire vantaggi lucrativi, capitale della società e agevolazioni di viaggio, ma il loro tempo è prezioso e vorrà un raggiungere accordo il più presto possibile. Vieni preparato e costruisci quella fiducia lungo la strada; potrebbe essere proprio quello che serve per garantire un accordo soddisfacente.

4. Ricordare che la negoziazione è una danza

Come ogni buona danza, ci sono una serie di mosse che uno dei partner può fare per far apparire bello se stesso e gli altri. Una persona condurrà le danze (molto probabilmente il vostro futuro datore di lavoro) e l'altra seguirà (cioè tu). Avrai bisogno di arrivare preparato con diverse mosse che renderanno felice te quanto il partner/leader.

Pensare in modo creativo ai diversi incentivi che il datore di lavoro può offrire. Questi includono:

  • Aumento del tempo di vacanza
  • Un bonus societario
  • Flessibilità delle ore di lavoro
  • Opportunità di crescita e promozione
  • Supporto per la formazione continua
  • Palestra o buoni pasto
Le ragioni per cui puoi raggiungere il lavoro dei tuoi sogni

Se stai cercando di ottenere uno stipendio di partenza di 65.000 euro, ma il tuo capo dice che non il massimo che può offrire è 62.500 euro, cerca altri modi che possono colmare il divario: Forse dopo tre mesi di lavoro è possibile ottenere un bonus una tantum di 2.500 euro, oppure un credito 2.500 euro per le classi di formazione continua o anche una revisione di stipendio a 6 o 12 mesi dalla data di inizio.

5. Guardare sempre il quadro generale

Sei arrivato fino questo punto del processo. Ricorda: il tuo potenziale datore di lavoro, ovviamente, ti ha fatto un'offerta di lavoro perché lo vuole. Che bella notizia! Quindi non sprecare tempo e non sprecare energia per le piccole cose, se non sono così importanti per te.

21 domande da fare durante un colloquio di lavoro

Uno dei peggiori errori che si possano fare è non far capire al vostro potenziale datore di lavoro che cosa sia più importante per te.

Classificate le priorità dalla più importante alla meno importante ed esprimi questo ordine quando iniziate le trattative. Ci sono tante mosse che dall'altra parte trasformeranno una negoziazione in un'offerta di lavoro. Dopo una o due concessioni, molto probabilmente penseranno che è fatta, e l'offerta verrà modificata, quindi inizia con i punti più importanti per essere sicuri di avere la possibilità di affrontarli.

Inoltre devi sapere che potresti non ottenere tutto quello che vuoie. E va bene così! Parte dell'essere un adulto significa imparare ad accettare quando ci si presenta un buon affare, il che offre spazio a crescita e opportunità, un ambiente di lavoro grande e altri vantaggi interessanti.

Il tuo potenziale capo ti rispetterà molto di più se arrivererai al colloquio con questo atteggiamento.

Ma ciò che è ancora più importante, è che il risultato finale deve lasciare tutti felici, te compreso.

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Siamo felici di averti con noi!
Buone notizie: adesso abbiamo quotazioni di mercato gratuite. Clicca sul tasto per iniziare a usarle adesso!
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti
Chiudere
Unisciti ad Insider.pro senza pubblicità e aiutaci istallando il nostro plugin per Google Chrome
Istallare