4 abilità fondamentali per ogni tipo di investimento
Pagina principale Finanze, Finanza personale, Trading e Investimenti

Morgan Housel, blogger su Collaborative Fund, illustra quattro principi che sono alla base di un bravo investitore.

Nel suo libro Succeeding ("Avere successo"), John Reed ha scritto una delle cose più intelligenti che mi sia mai capitato di leggere:

Quando inizi a studiare un nuovo campo, ti sembra di dover memorizzare un fantastiliardo di cose. Ma non è così. Ciò che ti serve veramente è individuare i principi fondamentali, da tre a dodici di solito, che regolano quel campo. I milioni di cose che pensavi di dover memorizzare sono semplicemente varie combinazioni dei principi fondamentali.

Questo concetto si applica anche al di là dell'apprendimento di un nuovo campo. Penso che sia particolarmente rilevante per quelli che si considerano degli esperti. Alla radice di moltissimi errori professionali c'è il fatto di ignorare le idee semplici che, alle persone con una certa esperienza, sembrano fin troppo elementari per essere degne di nota.

Dopo aver osservato il mondo degli investimenti da diversi punti di vista, quattro competenze si rivelano responsabili della maggior parte dei risultati.

1. La capacità di distinguere il "temporaneamente sfavorevole" dallo "sbagliato"

Le due forze principali negli investimenti sono "Questo investimento sembra inopportuno perché è così che si sta presentando l'occasione" e "Questo investimento sembra inopportuno perché in realtà lo è". Sul momento, è difficile distinguere l'una dall'altra. Fare una distinzione si basa sul calcolo accurato delle probabilità che, prima o poi, avverrà qualcosa che risolleverà o promuoverà le sorti del mercato o della società che appaiono sfavorevoli. Poiché queste probabilità sono sempre inferiori al 100%, per sapere se sei bravo a calcolarle potrebbe volerci del tempo, perché anche quando le probabilità sono a tuo favore l'esito può comunque rivelarsi negativo.

È una cosa difficile. Ma persino peggiore, e più frequente, è il dimenticarsi che occorre in primo luogo fare una distinzione.

2. La volontà di adattare le opinioni che desideri siano permanenti

Le economie crescono perché le imprese, i consumatori e la tecnologia cambiano e si adattano. È ironico pensare a quanti investitori cerchino di cavalcare quest'onda di cambiamento col loro rigido modo di pensare. Esiste una serie di idee per gli investimenti davvero senza tempo. Eppure siamo guidati principalmente dalle convinzioni che riflettono ciò che ci è capitato di sperimentare, in prima persona, nella limitata prospettiva delle nostre vite. Anche quando gli investitori studiano la storia, danno un maggior peso alle casistiche in linea con le proprie esperienze personali, perché queste storie sono più facili da comprendere e rappresentano una conferma delle loro convinzioni. È doloroso prenderne atto, ma parecchie delle cose di cui tutti noi siamo convinti riguardo agli investimenti sono corrette ma temporanee, oppure sbagliate ma convincenti.

Se non sei disposto ad aggiornare le tue opinioni quando il mondo cambia, né ad avere una mentalità abbastanza aperta per capire che alcuni dei tuoi punti di vista erano a dir poco aneddotici, beh caro mio: ti sbraneranno in questo campo.

3. La capacità di essere comodo pur nella miseria

Questo è il più fondamentale di tutti i principi di investimento. Non puoi godere dei benefici dell'esercizio fisico senza avere qualche tipo di disagio, perché ritrovarti col fiatone, dolorante o stanco è il segno che hai compiuto uno sforzo sufficiente per meritarti una ricompensa. Lo stesso dicasi per gli investimenti. Le ricompense finanziarie che derivano dall'essere un investitore che ama stare comodo sono le stesse ricompense fisiche di cui si beneficia restando seduti sul divano.

I profitti non te li regala nessuno. Hanno un prezzo e accettano pagamenti sotto forma di incertezza, confusione, perdite nel breve periodo, sorpresa, assurdità, noia a tratti, rimpianto, ansia e paura. La maggior parte dei mercati è abbastanza efficiente da non offrire alcuno sconto. C'è un conto da pagare.

Esistono quattro stati psicologici riguardanti gli investimenti, qui elencati in ordine di remuneratività:

  • Miserabile ma sicuro di guadagnare prima o poi.
  • Miserabile e rinunciatario.
  • Comodo e consapevole che in futuro le cose peggioreranno.
  • Comodo e ignaro di ciò che avverrà.

Alcuni affrontano la situazione meglio di altri, ma questo è l'elenco completo.

4. La capacità di distinguere quando è necessario confrontare analisi e psicologia

Se gli investimenti fossero solo una questione di numeri, nessuno sarebbe bravo nel campo, perché i computer sottrarrebbero tutte le opportunità. E se si basassero solo sulla psicologia, anche in questo caso nessuno avrebbe successo, perché ogni investitore possiede i propri singolari e personali obiettivi, e i mercati non convergerebbero mai su qualcosa di obiettivo.I buoni investimenti sono in parte analitici e in parte psicologici. Un'arte e una scienza. Il trucco sta nel sapere quando una determinata abilità è necessaria e in che modo l'una influenza l'altra.Alcuni aspetti degli investimenti sono controintuitivi, come ad esempio la prevalenza della volatilità, l'analisi dei margini o gli ostacoli che respingono la concorrenza, e per capirli occorrono i dati. Ma ci sono anche aspetti per cui i dati non sono di alcun aiuto, come la tendenza ad abbracciare false convinzioni che giustificano le tue azioni, o la propensione a gettare alle ortiche la tua strategia in seguito alle emozioni di una grande vittoria o sconfitta. I dati non ti insegnano nulla riguardo alla paura o alla pazienza, mentre la psicologia non ti spiega i tassi di sconto o il margine operativo lordo.

La cosa difficile è che l'analisi e la psicologia non potrebbero essere più diverse. Una è stabile e razionale, l'altra non ha senso e muta costantemente. Una è rappresentata da numeri che puoi vedere, l'altra da emozioni che solo a volte riesci a provare. Affrontare un problema con due approcci diversi è difficile. Ma affrontare un problema con due approcci contrastanti può mettere in discussione quello che stai facendo. Ancor peggiore da affrontare è la frustrazione che deriva dall’approcciarsi a un problema analitico con la psicologia, e viceversa.

Leggi anche:

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti