L’oro è diventato imprevedibile
Pagina principale Finanze

Le ultime tre volte in cui gli Stati Uniti hanno alzato i tassi di interesse, poi c’è stato un balzo dei prezzi dell'oro, anche se in teoria a tassi più alti dovrebbe seguire una maggiore pressione sul metallo.

Il prezzo dell'oro (NASDAQ: Randgold Resources [GOLD]) è aumentato del 7% da quando la Fed ha aumentato i tassi il 14 Dicembre 2016. Ed è cresciuto del 13% dopo l’aumento dei tassi di dicembre 2015 e del 6% a giugno del 2006. A quanto pare, in questo caso, teoria e pratica non vanno d’accordo.

In parte ciò riflette le aspettative razionali e in parte altri fattori. Uno di questi eventi è stata la vittoria delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti da parte di Donald Trump. I timori e le incertezze derivanti dalle sue dichiarazioni e le aspettative circa la sua amministrazione influezano i mercati dall’8 novembre.

I metalli preziosi all’inizio sono calati, sulla scorta delle promesse di Trump per dare impulso all'economia tramite aumento della spesa in infrastrutture. Questo ha fatto crescere i ritorni su asset come le azioni e ridotto il valore di beni rifugio come l'oro.

Tuttavia, mentre l'attenzione di Trump concentrata su altre questioni, questo trend è rapidamente sbiadito ed è stato sostituito dal suo opposto.

Il nuovo aumento della Fed lo scorso dicembre ha segnato di nuovo un minimo per l'oro, e anche stavolta le attese di ulteriori rialzi dei tassi non hanno fermato l'aumento dei prezzi per il metallo preziosi.

Ole Hansen, head of commodity strategy per Saxo Bank, ha dichiarato:

“Il mercato è sempre più preoccupato prima di un evento che dopo che si è verificato. Una volta che il tasso è stato aumentato, c'era un quadro più equilibrato. Un reality check i merito all’impatto potenziale di Trump ha fatto il resto”.

Gli investitori nel più grande fondo indicizzato quotato, specializzato in oro, hanno acquistato 40 tonnellate del metallo prezioso nel mese di febbraio, sostenendone la crescita dei prezzi: +6,8%, fino a toccare i 1.236,86 dollari l'oncia.

Inoltre l’aumento del prezzo è anche dovuto a motivazioni stagionali che hanno riguardato la domanda nel mese di gennaio, prima del nuovo anno lunare, periodo nel acquali i cinesi tendono ad acquistare prodotti in oro per fare dei regali.

Bernard Dahdah, analista della London Bullion Market Association, ha dichiarato:

“Sembra quasi che il mercato sia stato preso d’assalto dal gestore di un grande fondo. Ma noi non possiamo ancora chi sia, fino al prossimo trimestre”.

Ma almeno uno di questi manager è già uscito allo scoperto. Il miliardario Stan Dryukenmiller ha dichiarato di aver investito nell’oro a dicembre e gennaio a causa della mancanza di chiarezza per quanto riguarda le politiche del governo degli Stati Uniti.

Ci sono altri motivi per trovare rifugio dalla incertezza politica. In Germania e nei Paesi Bassi si terranno presto le elezioni, il Regno Unito non ha ancora un accordo sulle condizioni di uscita dall'Ue. In Francia, la leader del Fronte Nazionale e candidata presidenziale Marine Le Pen ha suggerito che in caso la vittoria elettorale, porterà la Francia fuori dalla zona euro, le autorità dovranno restituire il controllo della banca centrale del paese e verrà stampata moneta per finanziare il benessere.

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti