5 punti chiave a cui prestare attenzione durante il report sui guadagni di McDonald's
AP Foto/Andres Kudacki, Archivo
Pagina principale Finanze

Quando il ​​21 ottobre McDonald's (NYSE: McDonald's [MCD]) rilascerà i risultati del terzo trimestre 2016, gli azionisti cercheranno indizi sul piano di rilancio della società, che ha avuto inizio lo scorso autunno, ed è ancora in corso. I seguenti cinque temi possono rivelarsi utili per coloro che sono interessati ad andare oltre le semplici voci sul report e misurare i progressi del re degli hamburger fatti fino ad oggi.

1. L'effetto benefico del menù della prima colazione disponibile tutto il giorno sta svanendo?

Il menù della prima colazione, ovvero il settore innovativo che l'anno scorso ha salvato lo stock di McDonald's, sta mostrando segni di stanchezza. La crescita delle vendite negli Stati Uniti è scesa dell'1,8% nell'ultimo trimestre, anche se per l'anno quelle totali sono ancora in crescita del 3,5%.

Ma anche se la novità della prima colazione disponibile tutto il giorno sta perdendo effetto, McDonald's può ancora trarre dei benefici modificando gli aspetti del programma. Durante una conference call del secondo trimestre organizzata nel mese di luglio, il CEO Steve Easterbrook ha discusso l'importanza di essere sensibile ai desideri del cliente. Easterbrook ha detto che la società stava prestando più attenzione alle richieste dei clienti progettando per questo autunno McGriddles, muffin e biscotti che saranno disponibili nei Mc tutto il giorno in tutti i mercati degli Stati Uniti.

Francamente, l'opzione della prima colazione tutto il giorno non è una soluzione permanente per una società che deve continuare a rafforzarsi come opzione competitiva del servizio di pranzo rapido. Eppure è un importante elemento intermedio nella strategia per fare evolvere la società in una catena di fast food "progressive" e contemporanea.

Venerdì perciò gli azionisti cercheranno indizi sull'impatto della prima colazione tutto il giorno sulle vendite comparative del terzo trimestre.

2. Vendite negli Stati Uniti e in Germania

Come la prima colazione tutto il giorno, anche McPick 2 gioca un ruolo chiave nella strategia di medio termine. Gli abbinamenti al menu McPick 2 cambiano frequentemente e a seconda della regione geografica, e "McPick 2 a 3 $” ​oppure "McPick 2 a 5 $" sono le opzioni più importanti.

McDonald's ha beneficiato della deflazione delle materie prime di quest'anno, dal momento che un calo dei prezzi per i suoi 10 principali prodotti alimentari negli Stati Uniti si prevede porterà a dei costi inferiori del 3,5% -4,5% rispetto al 2015.

In particolare, gli investitori dovrebbero prestare attenzione ai commenti del management sul successo di McPick 2 nel Q3 sia negli Stati Uniti che in Germania, in quanto questi due mercati sviluppati sono caratterizzati da clienti che hanno finora dimostrato un'ottima risponda alla formula del McPick2.

3. Refranchising

Dal momento che la società sta passando dall'essere un'organizzazione che è l'80% in franchising ad essere quasi totalmente in franchising nei prossimi anni, McDonald's è alla ricerca di nuovi partner, in particolare in Asia.

Le agenzie di stampa hanno riportato nel corso del mese passato che McDonald's ha già ricevuto offerte per le sue attività in Cina, ad Hong Kong, a Singapore e in Malesia. E' possibile che ci arriveranno uno o più annunci concreti riguardo a questi partner venerdì. Tale notizia sarà, con ogni probabilità, accolta positivamente, in quanto i margini del franchising hanno dimostrato di essere il più alto conducente del margine di intermediazione di McDonald's negli ultimi anni.

4. Arriva la fine di un massiccio programma, che cosa ci sarà dopo?

Nel mese di luglio, il CFO Kevin Ozan ha annunciato che McDonald's si stava avvicinando alla conclusione di un enorme programma di tre anni, da 30 miliardi dollari, per restituire contanti agli azionisti attraverso dividendi e riacquisti di azioni proprie. Non sono mai stato un fan di questa iniziativa, in quanto sostanzialmente ha aumentato il debito della società, facendo risultare un downgrade da parte dell'agenzia di credito-valutazione Standard & Poor di appena tre tacche sopra lo status di "spazzatura".

Il programma ha anche tagliato I fondi di cassa media a metà, compromettendo quello che era uno dei bilanci più incontaminati del Fortune 500. Circa 5,6 miliardi di $ del ritorno promesso agli azionisti resta da eseguire nella parte finale dell'anno.

5. Chiarezza sui piani generali e sulle spese di amministrazione

Nel novembre del 2015, quando McDonald's ha condiviso i dettagli del suo piano di rilancio, la gestione aveva l'obiettivo ambizioso di tagliare 500 milioni di $ di costi ogni anno nel settore generali e amministrative entro il 2018.

Fino ad ora non vi sono stati molti progressi su questo fronte, anche se i dirigenti hanno recentemente confermato la data prevista e hanno promesso di condividere a breve i dettagli di queste iniziative di ristrutturazione e di riduzione dei costi del terzo trimestre.Quindi questo venerdì gli investitori dovrebbero avere un discreto senso della road map che conduce al raggiungimento del mezzo miliardo di dollari in risparmi annuali.

Migliorare la produttività dimostrerà che McDonald's può operare in modo più efficiente, se capirà quali metodi possono far ripartire le vendite top-line. Se l'azienda sarà in grado di illustrare dei guadagni tangibili sul suo piano G & A, così come i progressi sui temi ai quali abbiamo accennato, i titolari di questo stock a lungo termine dovrebbero avere motivo di sentirsi rassicurati dopo la pubblicazione dei guadagni alle fine di questa settimana.

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti