Chi è Roger Ver? La storia del Bitcoin Jesus
Pagina principale Analisi, Criptovalute, Bitcoin, Bitcoin Cash
Hot topic
6 Agosto
891 891

Tutto su Roger Ver, una delle personalità più famose e discusse all’interno della community delle criptovalute.

Il magazine Fortune ha inserito Roger Ver, uno dei primi utilizzatori del bitcoin, al 36° posto della sua classifica “Ledger 40 Under 40”, una lista d’onore con i leader e le personalità più giovani e di spicco all’interno del mondo del fintech e della blockchain.

Soprannominato Bitcoin Jesus (il “Gesù di Bitcoin”), Ver ritiene che “Bitcoin è la più importante invenzione della storia del mondo dopo internet”.

Roger ha dichiarato in un’intervista con Naomi Brockwell che il suo amore per il bitcoin ha superato quello per la Lamborghini, che ha venduto per investire nella criptovaluta. Secondo Bitcoin Jesus il prossimo passo per la criptovaluta è ottenere una maggiore adozione di massa, a tal punto da far rimanere le banche a bocca asciutta.

Biografia

Nato il 27 gennaio 1979 a San Jose, un centro economico, politico e culturale della Silicon Valley, Roger Ver è adesso cittadino di Saint Kitts e Nevis.

Dal 1997 al 1999, Ver ha studiato astronomia, economia e matematica presso il Deanza College. Nel 1998 si è laureato all’Università di Stanford con una specializzazione in fisica. Nel 1999, mentre era ancora al college, Roger ha dato inizio alla sua carriera fondando MemoryDealers.com, leader mondiale nel mercato secondario per schede di memoria, ricetrasmittenti e accessori collegati a Cisco.

Nel 2002 Ver si è dichiarato colpevole per aver venduto illegalmente fuochi d’artificio esplosivi su eBay. Ha ammesso di aver operato nel settore della vendita di esplosivi senza una licenza da gennaio 1999 ad agosto 2000 ed è stato condannato a dieci mesi di reclusione. Una volta in galera, Roger ha iniziato a studiare giapponese e si è trasferito in Giappone nel 2005, dopo aver finito di scontare la pena. Nel 2014 ha rinunciato alla sua cittadinanza americana in seguito all’ottenimento di un passaporto per Saint Kitts e Nevis.

Scrivendo per Voluntarist.com, Roger Ver ha dichiarato:

“Dopo essere stato rilasciato dal Penitenziario federale di Lompoc, ho dovuto affrontare tre anni di bugie, insulti, minacce e molestie in generale da parte del dipartimento federale americano della condizionale. Mi sono trasferito in Giappone lo stesso giorno in cui è finita la mia libertà vigilata”.

Nel 2005, Roger ha fondato Agilestar.com, che è diventato un leader mondiale dei ricetrasmettitori ottici usati da società in tutto il mondo presenti nella top 100 di Fortune.

Bitcoin

Roger ha sentito parlare del bitcoin per la prima volta nel 2011, quando il prezzo era ancora al di sotto di un dollaro, ed è diventato uno dei primi investitori nella criptovaluta. Ha investito in un’ampia gamma di imprese collegate al bitcoin e alla blockchain, tra cui Bitcoin.com, Ripple, Blockchain.com, Bitpay.com, Kraken.com, Purse.io e molte altre.

Nel 2011 la società di Ver Memorydealers è diventata la prima attività convenzionale del mondo ad iniziare ad accettare bitcoin per i pagamenti. Roger è poi diventata la prima persona del pianeta ad investire nelle startup di bitcoin.

“Se vi importa della libertà, del principio di non aggressione e dell’emancipazione economica in generale, dovreste fare tutto ciò che potete per usare il bitcoin il più possibile nella vostra vita quotidiana”, ha affermato Ver.

Nel 2012 ha creato Bitcoinstore.com, il primo sito web ad offrire mezzo milione di oggetti elettronici di consumo in vendita per bitcoin. Nello stesso anno, Ver ha co-fondato Blockchain.info, il portafoglio di bitcoin più popolare del mondo. Nel 2014 ha acquistato il dominio bitcoin.com per una somma non rivelata e lo gestisce dal 2015.

Donazioni

Roger ha donato oltre un milione di dollari alla Foundation for Economic Education. Ha offerto più di 100.000 dollari ad AntiWar.com, un portale di notizie, opinioni e attività pacifiste. Inoltre Ver ha donato più di 250.000 dollari a cause che si oppongono alla lotta guerra alle droga. Nel 2012 Roger ha fornito 10.000 bitcoin di finanziamento per la Bitcoin Foundation.

Roger e la politica

Nell’anno 2000 Ver si è cimentato nella politica. Ha concorso come candidato libertario per l’Assemblea dello Stato della California, ma ha perso. Ha basato la sua campagna su questioni come la tassazione, la guerra alle droghe e le operazioni dell’ATF.

“Ho giurato che se fossi stato eletto non avrei percepito alcuno stipendio, considerando che il denaro sarebbe necessariamente stato prelevato da altri con la forza sotto forma di tasse. Ho inoltre promesso di tagliare più tasse e di abrogare più leggi possibili”, ha dichiarato Ver due anni dopo.

Bitcoin Cash

Nonostante sia famoso come pioniere del bitcoin, Roger Ver adesso afferma che Bitcoin Cash sia “il vero bitcoin” e prevede che in futuro BTC supererà BCH in capitalizzazione di mercato, volume di scambi e base di utenti.

Ver invita tutti ad iniziare ad accettare e ad utilizzare Bitcoin Cash. “Bitcoin Cash è denaro per il mondo e porta più libertà economica ad ogni singolo individuo del mondo, e questo rende il mondo intero un posto migliore”, ha dichiarato in un’intervista con CoinGeek.

Inoltre il 10 giugno ha twittato:

“Il BCH è il bitcoin per quanto riguarda il principio alla base, la teoria dei giochi, l’economia, la definizione del white paper e tutte le altre cose che ne hanno garantito il successo. Oggi il BTC è il bitcoin soltanto nel nome”.

Ver ha anche condiviso un video in cui spiega il suo parere sul perché Bitcoin Cash sia il “vero” Bitcoin.

A maggio Ver ha dichiarato in un’intervista con a CNBC che “il software base del bitcoin è lento, costoso e inaffidabile”. Bitcoin Cash, ha affermato, è creato in maniera specifica per le transazioni e può essere utilizzato nel mondo come valuta reale.

Ver sostiene che le innovazioni e le nuove infrastrutture siano create sopra Bitcoin Cash, “perché funziona davvero”. A suo parere, è stato il BCH ciò che ha portato al successo iniziale del bitcoin. Roger ha dichiarato di essere incredibilmente ottimista a proposito di Bitcoin Cash per “gli stessi motivi” per cui nel 2011 era ottimista riguardo a Bitcoin.

Roger Ver è presente in diversi libri e documentari. Tra questi vi sono: The Rise and Rise of Bitcoin (2014), The Bitcoin Gospel (2015), Bitcoin, The End of Money as We Know It (2015), Digital Gold (2016) e Magic Money (2017).

Leggi anche:

Хотите узнать больше о гражданстве за инвестиции? Оставьте свой адрес, и мы пришлем вам подробный гайд

Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti