Due sono i motivi principali per cui un investitore ricorre alle opzioni: per speculare e per fare hedging.

Speculazione

La speculazione può essere vista come una scommessa sui movimenti di un titolo. Il vantaggio delle opzioni è che la capacità di ottenere un profitto non è necessariamente legata a una crescita del mercato. A causa della loro versatilità le opzioni consentono di guadagnare anche quando il mercato scende e persino quando si muove lateralmente.

La speculazione è quell’ambito in cui si può guadagnare – o perdere – tantissimo. L’utilizzo delle opzioni in questo modo è il motivo da cui è scaturita la loro reputazione di investimenti a rischio. Ciò avviene perché chi acquista un’opzione deve prevedere correttamente non solo la direzione del movimento dell’azione, ma anche l’entità e le tempistiche. Per riuscirci occorre prevedere con esattezza se un’azione salirà o scenderà e bisogna ipotizzare correttamente anche di quanto il prezzo cambierà, così come la finestra temporale in cui tutto ciò avrà luogo. Senza poi dimenticare le commissioni! La combinazione di tutti questi fattori significa che le probabilità giocano a sfavore dell’investitore.

Per quale motivo, dunque, le persone speculano sulle opzioni se le probabilità sono tanto avverse? Oltre alla versatilità, tutto si riconduce all’utilizzo dell’effetto leva. Nel momento in cui si controllano 100 azioni con un solo contratto, non servono grandi movimenti di prezzo per generare profitti consistenti.

Hedging

L’altra funzione delle opzioni è l’hedging. Bisogna considerarle come una sorta di polizza assicurativa: proprio come si stipula una polizza per una casa o un’automobile, le opzioni possono essere utilizzate per assicurare i propri investimenti contro un’inversione di tendenza del mercato. I detrattori delle opzioni sostengono che chi è tanto insicuro della propria scelta da avere bisogno di assumere una posizione coperta non dovrebbe nemmeno effettuare l’investimento. D’altro canto, però, non vi sono dubbi che le strategie di hedging possano essere utili, soprattutto per le grandi istituzioni. Anche il singolo investitore ne può trarre beneficio: supponiamo che egli desideri approfittare della crescita di azioni tecnologiche limitando, al tempo stesso, le possibili perdite. Ricorrendo alle opzioni l’investitore sarà in grado di ridurre le perdite beneficiando, al tempo stesso, di tutti i guadagni in modo economicamente vantaggioso.

Un appunto sulle stock option

Sebbene le stock option per i dipendenti non siano accessibili a chiunque, queste per certi versi possono essere considerate il terzo motivo per cui si usano le opzioni. Molte aziende ricorrono a queste stock option per attirare dipendenti di talento e tenerseli stretti, soprattutto manager. Assomigliano alle comuni stock option per il fatto che il possessore ha il diritto, ma non l’obbligo, di acquistare azioni della società. Il contratto tuttavia è tra il possessore e la società, mentre un’opzione normale è un contratto fra due parti del tutto estranee alla società.

Leggi anche:
Perfavore descrivi l'errore
Chiudere
Chiudere
Grazie per la tua registrazione
Diventa nostro fan su Facebook così da continuare a creare contenuti interessanti gratuiti